La Repubblica

La Repubblica

Digital Detox Experience

Procida vara il viaggio anti-smartphone: “Disconnessi vuol dire felici”

Lasciate ogni smartphone o voi che sbarcate. La condizione è chiarissima: una vacanza (o meglio: un “retreat”) per disintossicarsi dalla dittatura del telefonino. E per apprezzare meglio ciò che vi circonda: i colori di Marina Corricella e le barche a vela ormeggiate nel porto della Chiaiolella, l’isolotto di Vivara e gli affettuosi gatti di Marina Grande. Con buona pace di chi pure sarebbe tentato di ritrarli, un clic ed eccoli consegnati al mondo di Facebook e Instagram, pronti per raccattare “like” a buon mercato.

Procida stavolta dice “no” all’invasione dei turisti smartphone-muniti e propone la “Digital Detox Experience”, per visitare l’isola con gli occhi di Elsa Morante o di Alphonse de Lamartine e senza filtro alcuno, ma anche e soprattutto – spiegano gli organizzatori – per riconnettersi con se stessi, con la natura e con le persone intorno, “aprendo il lato creativo o semplicemente godendosi la vita davanti a un tramonto sul mare". Appuntamento dal 23 al 26 aprile (info www.visitprocida.com/digitaldetox): sembrano un’infinità quei quattro giorni di disintossicazione, eppure – spiega Nico Muro, founder di “Visit Procida”, che ha ideato l’iniziativa insieme a un guru del settore, Alessio Carciofi - “tutto è possibile, se in ballo c’è la proprio felicità”.

E non solo, a ben vedere: se la distrazione digitale ha un costo significativo (la perdita del 40% della produttività giornaliera al lavoro, il 33% degli errori in più, 2 ore supplementari per il recupero delle distrazione) vale forse la pena di provarci, eccome. Una separazione momentanea, sia chiaro, perché gli smartphone – piacciano o no – servono. Ma nel frattempo, sia pure per una pausa programmata, i saliscendi dell’isola di Arturo (che qui scorrazzava felice, naturalmente senza cellulare) diventano un luogo dell’anima, dove sperimentare l’ascolto consapevole e lo yoga, ma soprattutto la consapevolezza del proprio corpo. E i selfie, stavolta, non c’entrano.

“Servirà a fuggire dal trambusto delle notifiche, dalla frenesia dei ritmi e delle sfide della vita quotidiana, riprendendo il controllo della propria vita”, spiega ancora Muro, che a Procida ospiterà Alessio Carciofi, docente universitario, speaker ed esperto di “Digital Wellbeing”: si chiama proprio così: stare bene nell’era digitale. Carciofi aiuta leader, aziende e organizzazioni a migliorare il benessere, ricercando un rapporto sano e sostenibile con il digitale. Un Sos che, a quanto pare, sono in tanti a lanciare. E se c’è chi nutre il dubbio di riuscire davvero a rinunciare al suono gratificante delle notifiche, in molti non hanno dubbi: a Procida sarà più facile, qui – del resto - basta guardarsi intorno per respirare serenità e armonia.

Articolo originale su La Repubblica Napoli
https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/02/19/news/procida_vara_il_viaggio_anti-smartphone_disconnessi_vuol_dire_felici_-248973885/

This website uses cookies

You can choose which types of cookies to accept. Some are always used as they are necessary for the website to function. Read more about Privacy Policy.

This website uses cookies

You can choose which types of cookies to accept. Some are always used as they are necessary for the website to function. Read more about Privacy Policy.

Your cookie preferences have been saved